Dichiarazione " Futurismo Oggi"

Nell'intento di proporre qualcosa di diverso e per non fare confusioni con il Manifesto di Marinetti nel 1967 alcuni artisti ( Acquaviva, Benedetto, Bruschetti, Caviglioni, Crali, D'Albisola, Dalmonte, Delle Site, Dottori, Marasco, Pettorutti , Sartoris) sottoscrissero il documento, che rappresentiamo in forma sintetica, in forma di "dichiarazione".

In tempi successivi il documento fu firmato da altri artisti ( fra i quali Fiore negli anni 80) ; .

Futurismo Oggi

(documento formato a Roma nel giugno 1967)

Dei movimenti artistici di questo secolo soltanto il Futurismo non nasce da postulati tecnici e costituisce pertanto un fenomeno eccezionale che si manifesta come corrente di pensiero. Un modo di intendere la vita e viverla. Un'esplosione di serenita' che affronta i problemi del tempo corrente, consapevole del fatto che l'individuo rimarra' sempre al centro dell'universo nel quale vive e che egli stesso perfeziona continuamente nelle strutture piu' intime.

CONSIDERARE IL FUTURISMO con lo stesso metro usato per lo studio di altri movimenti puo' essere importante ai fini dell'interpretazione dei singoli artisti, ma rappresenta un fenomeno preoccupante di incomprensione.

CONTRO QUESTA INCOMPRENSIONE INTENDIAMO RIBELLARCI . Il futurismo è - in primo luogo - un'idea, non soltanto la raccolta di una stupenda serie di opere ed intuizioni. Un'idea nata alla vita con il primo manifesto di F.T. Marinetti. Un modo di pensiero vivo sempre attuale a livello di qualunque eta': nel 1910, nel 1920, nel 1940, nel 1960 ed oltre.

LO SPREZZO DEL PERICOLO l'entusiasmo per le belle idee, la tensione verso il domani e l'ignoto, l'apprezzamento dei valori nuovi del progresso e della scienza: l'amore per la personalita' umana, per il genio e l'intelligenza, l'originalita' (elemento base per tutte le espressioni d'arte): tutto questo vive al di fuori delle considerazioni che possono accompagnare l'attivita' di uno o piu' artisti. Dopo tanti anni di incomprensione e confusione e' giunto il momento di esigere un'esatta interpretazione della nostra spinta ideale.

DICHIARIAMO

  1. IL FUTURISMO non puo' essere considerato soltanto come un movimento di avanguardia delle arti plastiche e circoscritto in un determinato periodo di tempo. Esso e' una concezione rivoluzionaria in continuo rinnovamento perche' si fonda, appunto, sul divenire delle cose e delle idee.
  2. SI DEVONO combattere gli interventi effettuati a nome del Futurismo da alcuni involontari o volontari necrofori. Vi sono ancora futuristi vivi e vitali; essi soltanto hanno il diritto-dovere di intervenire in questioni di Futurismo.
  3. I FUTURISTI anche e specialmente i giovani, si raccolgano attorno alle idee centrali del Futurismo. Troveranno rispetto e comprensione per le autentiche forze nuove, confermeranno la validita' di questa "idea" e collaboreranno all'affermazione di quei valori che danno bellezza alla vita. Per oggi e per domani.

 

INDIETRO

HOME