ALBERTO SAVINIO : METODO NELL'ARTE


Alberto Savinio ( Andrea, fratello di Giorgio De Chirico) arrivo' alla pittura solo in un secondo tempo. I suoi primi interessi furono infatti rivolti alla musica ma non disdegnò di essere anche scrittore. Anche quando ebbe successo nell'arte pittorica non abbandonò le sue attivita' di compositore e direttore d'orchestra. Qualche anno prima della sua morte (1952) collaborava ancora con la Scala di Milano e con importanti manifestazioni (esempio Maggio musicale fiorentino).
L'arte di Savinio e' generalmente apprezzata anche perché risentiva della sua cultura sia umanistica che scientifica.
Nel maggio 1940 ebbe occasione di scrivere a proposito delle sue attivita' artistiche:

" chi ha visto le mie pitture, chi ha letto i miei libri, chi ha udito la mia musica, sa che mio unico compito è dare parole, dare forma e colore, e una volta era pure dare suoni a un mio mondo poetico…."
- omissis -

Metodo: lavoro con metodo e precisione: ideazione del quadro, disegno finitissimo, colorazione. La confezione di una pittura si scompone in tante parti, che io, mediante una specie di sistema numerato, ricompongo a una a una.
…………
La pittura va considerata nel suo solo aspetto di suprema civilta' mentale: non domandate "come e' fatta".

Cerco di dipingere sempre meglio: il sospirato fine di questo continuo miglioramento e' molto diverso da quello che si crede. Non per una maggiore "somiglianza" con la realtà, ma anzi per sempre più staccare la "cosa" dipinta dalla cosa reale, per implicarla in sé, per isolarla. La pittura ama se stessa.
.........

Dipingere forte: alla volontà di dipingere sempre meglio, si unisce la volontà di dipingere sempre piu' forte.
........
Dipingere sempre piu' forte, significa portare con ogni mezzo la "cosa" dipinta al suo massimo d'intensità: richiedere, a ogni segno, a ogni pennellata il massimo risultato.
................
S'intende che davanti a queste preoccupazioni….,le ricerche tonali e i dubbi se la pittura ha da essere pura o illustrativa, impallidiscono come la luce di una lampadina tascabile nella luce del sole.

Uomini con teste bestiali: e' la ricerca del carattere, di là degli eufemismi della natura, di là dalle correzioni della civiltà, di là degli abbellimenti dell'arte………..

Fondi neri : la ragione che mi suggerisce il fondo nero, è forse la medesima che a Cimabue suggeriva il fondo oro. Noi pure dobbiamo "chiudere" le immagini della nostra religione dentro una zona nobile, di reverenza e decoro.

…………

Ritratti……..i ritratti non si chiedono più ai pittori, ma ad alcuni specialisti dell'eufemismo. L'uomo non ha più il coraggio di sopportare un giudizio su se stesso, e tanto meno di pagarlo…..

…..

l'articolo di Alberto Savinio e' pubblicato per esteso sul Dossier a lui dedicato (curato da P.Vivarelli) edito da Giunti



INDIETRO

HOME