Concetti sull'arte di oggi

ALBERTO SUGHI

Se continuiamo a interrogarci sulla natura dell'arte, nonostante la vastità di riflessioni storiche e filosofiche che le sono state dedicate, vuol dire che la percezione che ne abbiamo rimane ancora approssimativa. Ma forse il segreto della sua durata, chiamiamola così, risiede proprio nell'impossibilità di ingabbiarla in una categoria logica. Ciò che cambia è invece la funzione che la società assegna all'arte. Il pericolo è che oggi, attraverso un uso spregiudicato e al di fuori della sua storia, si possa perdere la capacità di riconoscerla. ( da intervista di Sergio Zavoli, 2002  )

°°°°°°°°

La parola Pittura non ha significato fuori della sua Storia . Oggi spesso si crede di essere arrivati all’anno zero e prende sempre più il centro della scena una pittura che non si confronta con la sua Storia , ma sembra soprattutto influenzata dalla moda. Ma la moda non ha altro destino che quello di passar di moda! (da intervista di Dion Archibald, 2004 )

 



Nella foto (1983) il maestro Sughi mentre lavora nel suo studio romano ad una delle sue opere più note
( Teatro d'Italia ) poi acquisita per la collezione di una banca - foto cortesia Studio Sughi

 

Alberto Sughi (nato a Cesena nel 1928) pur essendo un artista affermato non disdegna i nuovi strumenti e pertanto, oltre che sul sito dello studio, le sue opinioni sulla sua arte o sui quadri appena dipinti sono frequentemente pubblicate nella forma di "blog" su uno dei siti d'arte più popolari negli U.S.A. Per chi vuole approfondire rinviamo intanto ad alcuni link sulle pagine di www.albertosughi.com

dipinti del maestro in collezioni pubbliche

"Sulla Pittura" (intervista per  presentazione dipinto Teatro d'Italia)

 

Da giugno a settembre 2005  un quadro significativo di Alberto Sughi è esposto ad Aosta - Museo Archeologico- in occasione di una mostra intitolata: "Il ritratto interiore, da Lotto a Pirandello". Nel 2004 l'artista - presso la biblioteca Classense di Ravenna - ha invece partecipato ad un'iniziativa denominata " La vita nuova di Dante".

 

 

 

 

HOME