sommario schede

 

ANDREA BREGNO



monumento funebre dedicato a Bregno ( S.Maria sopra Minerva)

Andrea Bregno (Como 1418, Roma 1503) fu uno dei principali artisti sotto il papato di Sisto IV. E fu anche uno degli artisti (insieme a Desiderio di Settignano, Pietro Lombardo, Giovanni Antonio Amadeo ecc.) che in una fase del Rinascimento si specializzò in monumenti funerari non rinunciando ad interessanti esperimenti di tipo architettonico. Alcune delle sue prime opere sono ad Osteno in provincia di Como (lo scultore nacque in una frazione della zona e la sua famiglia era stata artisticamente influenzata dalla cultura borgognona).


Bregno: scultura ad Osteno


altare Piccolomini, duomo di Siena, foto Gaspa/wikimedia
Alcune parti sono riconducili a Michelangelo ed altri
Sembra che lo scultore non completò l'opera.

Bregno fece parte di quel gruppo di scalpellini lombardi che a Roma si trovò a concorrere-verso la fine del XV secolo- con gli artisti fiorentini. Tuttavia si ispirņ spesso ai canoni estetici di Mino da Fiesole (*) autore, fra l'altro, della tomba di Paolo II. Secondo taluni storici queste somiglianze di stile possono osservarsi in particolare nella "Tomba del Cardinale Coca " in S.Maria sopra Minerva ed in quella dedicata al Cardinale della Rovere in S.Maria del Popolo.

 


Andrea Bregno: particolare di bassorilievo policromo in San Pietro in Vincoli -Rm

Bregno e la sua bottega hanno lasciato opere, oltre che nelle citate chiese, anche in S.Pietro in Vincoli, S.Maria Ara Coeli, S.Pietro in Montorio, ecc. A Viterbo nel santuario di S.Maria della Quercia è dell'artista in questione il tabernacolo che racchiude la tegola della quercia.


particolare di monumento in S.Maria del Popolo


particolare fonte battesimale,S.Maria Popolo

La transenna marmorea che divide in due parti la Cappella Sistina  fu costruita con la sua collaborazione.  Anche ad Amelia (in Umbria) a lui ovvero alla sua bottega sono attribuite alcune opere nella chiesa di S.Francesco.

Probabile allievo dell'artista fu Luigi Capponi, di origini milanesi, che ha lasciato numerose opere in Roma. Andrea Bregno è talora ricordato come "Andrea da Milano".


Bregno, particolare scultura, Santa Prassede,Rm


altare marmoreo del Bregno e bottega nella Cappella Salviati di San Gregorio al Celio (1469 circa)

 (diverse foto by alpy 2004-2006-2010, dir.ris)

Nel 2010 a Palazzo Venezia fu proposta la mostra "La forma del Rinascimento- a Roma nel quattrocento" particolarmente dedicata a Donatello, Bregno e Michelangelo.
Nel 2008 ci fu un convegno relativamente all'artista ed alle c.d. "committenze agostiniane" che indussero l'artista o la sua bottega a realizzare piccole opere anche a Cori, Genazzano, Soriano nel Cimino ecc.

(*) Mino da Fiesole (1429-84) lavorò a Firenze, Prato, Roma ecc. Era ed č apprezzato anche  per il "rilievo addolcito" delle sue opere.

 home