sommario schede arte

 

arte in Provenza: Arles, St. Trophime

 


Arles, veduta d'insieme del portale di St.Trophime (per cortesia di Marco Mercuri, dir. ris)

Ad Arles, nel medioevo importante centro religioso, fu costruita in stile prevalentemente romanico la chiesa di St. Trophime dove per anni furono incoronati i re della città ed anche l'imperatore Federico I Barbarossa. Attiguo alla chiesa è un bellissimo chiostro con alcune gallerie in stile romanico ed altre in stile gotico.

La costruzione, a parte i diversi elementi gotici e le successive modifiche nel transetto, ha tuttavia un'importante peculiarità. Infatti all'epoca della sua edificazione (XI-XII) in Francia , per motivi più religiosi che estetici, si iniziò ad ornare con sculture le chiese romaniche.

Al riguardo osservava Ernst G. Gombrich " tutto ciò che apparteneva alla chiesa aveva la sua funzione definita e doveva esprimere un'idea definita, connessa alla dottrina religiosa...il portale della chiesa di Saint Trophime è un perfetto esempio di questo stile. La forma si rifà al principio dell'arco trionfale romano. La lunetta sovrastante l'architrave, reca Cristo in gloria attorniato dai simboli, desunti dalla Bibbia, dei quattro evangelisti..."

.
particolare Gesù in gloria (cortesia di Marco Mercuri dir.ris.)

Sempre riguardo a questo bellissimo portale Gombrich aggiungeva " ..non dobbiamo pretendere che queste sculture appaiano naturali, aggraziate e svelte come le opere classiche. Ma proprio per la loro massiccia solennità si imprimono con tanta più forza. Tanto meglio si adattano alla grandiosità della costruzione e tanto più agevolmente si coglie con un'occhiata ciò che è rappresentato"

Anche nel citato chiostro non mancano interessanti elementi scultorei.


veduta del complesso e del chiostro di Saint Trophime
foto F.Joliot, CDT13/- Tourisme des Bouches-du-Rhône


dettaglio del chiostro di Saint Trophime
foto F.Joliot, CDT13/- Tourisme des Bouches-du-Rhône

Più a nord , in Borgogna, sono  di qualche anno prima i ricchi decori marmorei delle chiese di Sainte-Madeleine a Vèzelay e di Saint-Lazare ad Autun (in quest'ultima lavorò in particolare lo scultore Giselbertus).

Pure rilevanti per l'arte romanica francese il chiostro istoriato dell'antico monastero di Moissac ed infine a Poitiers e dintorni la chiesa di Notre -Dame-La Grande e gli splendidi affreschi della chiesa di Saint-Savin-sur-Gartempe

°°°

arte medioevo Francia

Arles, archeologia

Frejus

     home