sommario schede

ARTE MANUELINA IN PORTOGALLO

In Portogallo sul filone dell'arte gotica "flamboyant " furono inseriti elementi ornamentali di diversa provenienza (anche asiatica) . Tale stile che prende il nome dal re Manuel I ( 1495-1521) influenzò l'edificazione di  molti monumenti portoghesi in particolare nel periodo in cui il paese lusitano fu impegnato nelle scoperte di nuove terre e relativi insediamenti.

Anche se è molto difficile indicare in modo esatto i canoni di tale corrente artistica,  è anche vero che diversi monumenti a Batalha (Santa Maria da Vitoria), a Tomar , a Lisbona ( monastero "dos Jeronimos" e Torre di Belem) ecc. furono costruiti, principalmente sotto i regni di Giovanni II e Giovanni III,  con gusti estetici abbastanza simili.

I primi accenni dello stile manuelino si ebbero tuttavia già all'epoca di re Giovanni I  con l'edificazione delle interessanti "capelas imperfeitais " (cappelle funebri non completate) nella chiesa di Santa Maria della Vittoria a Batalha. Uno dei punti massimi di tale filone artistico è probabilmente a Tomar con la "janela (finestra) nel capitolo del Convento di Cristo.


Lisbona- Torre Belém- foto Massimo A- 2004

Oltre all' iniziatore di tale stile (Fernandes) fra gli architetti del periodo "manuelino" vanno ricordati : Boytac, Diogo e Francisco de Arruda, João de Castilho, ecc. E' infine da annotare che il Sansovino(*) soggiornò in Portogallo fra il 1492 ed il 1501 trasmettendo ad alcuni artisti locali le esperienze del Rinascimento.


Particolare Torre Belém- foto Massimo A- 2004

In epoche successive si ebbe anche uno stile detto "neomanuelino" (un esempio di questa architettura si ha nella stazione ferroviaria del Rossio a Lisbona-vedi). Molti monumenti dell'arte manuelina rientrano nella lista speciale dell'Unesco. Si hanno esempi di stile manuelino anche in paesi già colonizzati dal Portogallo.


 foto Massimo A- 2004

 

(*) Andrea Cantucci (1460-1529) detto Andrea dal Monte Sansovino; il suo soggiorno in Portogallo è anche accennato nelle "Vite" del Vasari;

 

HOME